Lavelli Cucina

Misure lavelli cucina: Scopri come individuare le dimensioni giuste

dimensioni lavello cucina

Se ti sei chiesto almeno una volta “come faccio a individuare le dimensioni lavandino cucina ideali?“, sei nel posto giusto. In questo articolo vedremo quali tipologie di lavabo sono quelle più comunemente utilizzate, e quali sono le dimensioni lavelli cucina standard da prendere in considerazione per ottenere una disposizione ottimale degli strumenti in cucina.

 

Misure dai lavandini da cucina, facciamo chiarezza

Le classiche dimensioni lavello cucina consistono in un formato rettangolare o quadrato, a una o due vasche, con o senza gocciolatoi, con dimensioni minime 40 x 40 cm e 18-20 cm di profondità. Attenzione però, perché esistono tante varianti e modelli diversi che differiscono per alcune caratteristiche particolari.

La dimensione dei lavelli può variare

Come dicevamo, tutte le altre dimensioni possono variare e dipendono dalle modalità di posizionamento nel piano del tuo mobile cucina.

I lavandini possono essere “sopra-piano”, incassati “sotto-piano”, oppure addirittura a “filo del piano”. Vediamo, dunque, quali sono le varie misure lavandino cucina corrispondenti a queste tre varianti.

 

Lavelli da incasso: Misure sopra-piano

I modelli sopra piano sono inseriti in un foro praticato sul top della cucina, con un bordo più largo del foro stesso. Ecco perché bisogna tenere conto della larghezza del foro e dello spazio circostante, prima di determinare la misura del tuo lavello cucina.

Misure e aspetti pratici sul “posto dell’acqua” sopra-piano

Nel lavello sopra-piano, il bordo viene sigillato con il silicone per impedire eventuali infiltrazioni d’acqua. Questo tipo di lavello è molto comune, e può essere ad una o due vasche, completo di gocciolatoio. Chi lava le stoviglie a mano tenderà, tuttavia, a prediligere il lavello a due vasche, molto più pratico.

 

Dimensioni sotto-piano

Il lavello incassato sotto-piano normalmente è ad una vasca, e il piano viene pensato per essere particolarmente resistente all’acqua e perfettamente sigillato, così come nel lavello a filo del piano.

Larghezza lavandino cucina sotto-piano

I lavandini incassati per cucina hanno generalmente una forma rettangolare, ma sono molto usati anche i modelli a forma circolare.

A volte vengono installati anche modelli ad angolo, che consentono di utilizzare al meglio gli spazi ridotti, mentre in altri casi sono pezzi unici, in acciaio Inox o ceramica. Per essere funzionali, le dimensioni di un lavello non possono essere al di sotto di 40-50 cm (della vasca) con una profondità di 20 cm.

 

Se il lavello cucina è a “filo del piano”

Per i lavandini per cucine, oltre al materiale, è molto importante la forma. Le dimensioni dei lavelli sono molto varie e si adattano alle caratteristiche della stanza e dell’arredamento, specialmente se sono a filo del piano.

Lavelli: Misure specifiche

Anche in questo caso, le misure standard sono quelle di cui abbiamo già parlato, anche se, a causa dell’alta personalizzazione dei lavandini a filo del piano, è difficile individuare una dimensione univoca. Questo tipo di lavandino, infatti, si adatta alle esigenze specifiche del suo proprietario.

 

Lavelli cucina piccole dimensioni

I lavelli da cucina, che siano di piccole o grandi dimensioni, si differenziano inoltre in base alla loro posa in opera: esistono lavello da appoggio, da incasso e integrati.

In particolare, i lavelli da appoggio, come indica il nome, si appoggiano su un mobile appositamente realizzato per riceverli: un mobile sottolavello.

  • Il lavello e il mobile sottolavello devono essere assolutamente compatibili come misure perché il bordo della o delle vasche appoggiano su di esso, specialmente se il mobile è di piccole dimensioni.
  • I lavelli da incasso, invece, si inseriscono nel piano di lavoro già tagliato in precedenza. In altre parole, puoi installarli ovunque, e questo garantisce uno spazio ottimizzato senza dover predisporre un mobile specifico.
  • I lavelli integrati, anche chiamati lavelli sotto-piano, tecnicamente molto simili ai lavelli da incasso, tuttavia sono fissati sotto il piano di lavoro, e non sopra. Per questo, bisogna fare attenzione a individuare bene le dimensioni del mobile prima di scegliere quelle del lavello.

Come comportarsi in caso di piccoli ambienti?

Nel caso di lavelli di piccole dimensioni, la scelta dovrà essere rapportata allo spazio disponibile, ma occorrerà comunque considerare che è necessaria una superficie minima per lavorare agevolmente.

Se stai cercando un riferimento, sappi che un lavello di questo tipo dovrebbe avere una dimensione minima non inferiore ai 45 cm di lato; inoltre, questi lavandini sono ideali nel caso in cui lo spazio della cucina sia di formato “mini”.

Se, invece, lo spazio a disposizione è maggiore, è meglio orientarsi verso modelli più grandi, magari a 2 vasche, che possono arrivare a misurare circa 1m x 50 cm per il foro di incasso.

 

Quali materiali per i lavelli cucina perfetti?

Esistono, infine, altri elementi da tenere in considerazione, tra cui i materiali dei vari lavelli per la cucina. Infatti, queste componenti hanno subito, nel corso degli anni, una vera e propria evoluzione riguardo gli stili e i modelli, per soddisfare la sempre crescente richiesta di modernità e funzionalità da parte dei clienti.

I materiali più utilizzati sono generalmente l’acciaio Inox, la ceramica, il granito, il marmo, la pietra, il vetro e le resine sintetiche. Ogni materiale ha una sua caratteristica particolare, sul nostro store potrai trovare un vasto assortimento di lavandini cucina ceramica.

Occhio allo spessore del Lavabo

Sicuramente bisogna tenere in considerazione che l’acciaio Inox, lucido o opaco, è il materiale più usato, igienico e resistente agli urti, ma è soggetto a macchiarsi o a trattenere le incrostazioni di calcare, quindi è consigliabile calcolare lo spazio necessario per pulirlo a dovere.

La porcellana, invece, è igienica, facile da pulire, resistente agli acidi e al calore, tuttavia può scheggiarsi se urtata con un oggetto pesante. Anche qui, dunque, calcolare le proporzioni è fondamentale.

Ancora, il vetro è molto decorativo, bello da vedere e facile da pulire; in genere viene abbinato ad altri materiali. E poi ci sono il granito e il marmo, molto resistenti e tuttavia molto pesanti, preferiti nelle cucine rustiche, e negli ambienti murati. In questi casi, lo spessore può variare e, quindi, è bene calcolare l’ingombro del bordo del lavello oltre alla dimensione complessiva della superficie.

Hai ancora dubbi sulla scelta del tuo lavello per la cucina? Scopri il modello che fa per te e richiedi informazioni per comporre una cucina perfetta!

 

I Nostri Lavelli da cucina in Ceramica: Prezzi Vantaggiosi