Come pulire i sanitari in ceramica

Come pulire i sanitari

Da Fantaceramiche qualche semplice trucco per mantenere pulito e splendente il vostro bagno.

Nelle nostre case il bagno è sicuramente la zona più delicata e difficile da pulire e per farlo correttamente occorre avere metodo, impegno e costanza. Acquistare il “prodotto giusto” non è assolutamente sufficiente. Calcare, germi e sporco incrostato sono avversari molto difficili da battere e, a volte, il vecchio rimedio della nonna può aiutarci a fare la differenza.

Prima di gettarvi nella battaglia decisiva contro lo sporco ostinato, preparate bene le vostre armi e munitevi degli strumenti necessari. I guanti di lattice servono a proteggere le vostre mani dai detersivi aggressivi e le spugne che adoperate per la pulizia dei sanitari, devono essere cambiate spesso per limitare la proliferazione dei batteri. Per il WC occorre usare una spugna dedicata (magari di un colore diverso) per non compromettere l’igiene del resto del bagno.

Per il bidè e il lavabo bisogna fare una passata ogni giorno per mantenere la rubinetteria sempre pulita e brillante eliminando residui di acqua e schiuma. Un vecchio metodo è quello di usare uno spazzolino da denti morbido per strofinare le parti più delicate con acqua e aceto. Per evitare che la saponetta si attacchi, aggiungete un po’ di olio da bagno al fondo del portasapone.

Un trucco per igienizzare il WC è quello di versare un po’ di candeggina pura direttamente nel vaso e di lasciarla lì per tutta la notte senza tirare lo sciacquone. Effettuando ogni sera questa operazione, salverete il candore del vostro sanitario ed eviterete spiacevoli ingiallimenti. Se avete davanti una macchia particolarmente ostinata, provate con la Coca-Cola: versate un’intera lattina e lasciatela agire per qualche ora prima di azionare lo scarico e mandarla via definitivamente.

Lo scopino, invece, andrebbe eliminato per sempre perché oltre ad essere esteticamente brutto, è terreno fertile per batteri e germi di ogni tipo. Per sostituirlo sono sufficienti buona volontà, un paio di guanti e un po’ di carta igienica.

La vasca da bagno è un luogo di piacere e relax e per fare in modo che sia sempre così, bisogna curare molto la sua pulizia e la sua brillantezza. La soluzione migliore sarebbe quella di pulirla per bene dopo ogni utilizzo usando sapone ed acqua calda. Per le superfici smaltate adoperate sempre un panno morbido e detersivo per i piatti. Se notate qualche piccola macchia di ruggine preparate una soluzione di sale e succo di limone. Quando il calcare è particolarmente ostinato usate acqua, aceto bianco e olio di gomito.

Il box doccia può essere pulito con pochi passaggi e qualche “detersivo fatto in casa”. Per prima cosa eliminate il calcare dal piatto doccia con una spugna abrasiva e un mix di aceto, limone e bicarbonato. Le pareti, non fa alcuna differenza se di plastica o di vetro, possono essere lavate usando uno spruzzino contenente acqua tiepida e aceto. Strofinate le superfici con una spugna delicata e passate infine il tergivetro per eliminare le macchioline di acqua. Se il soffione è particolarmente sporco e incrostato di calcare, immergetelo per qualche ora in acqua calda e aceto e ripristinate i forellini otturati aiutandovi con un ago.

Per dare al vostro bagno un profumo fresco e gradevole posizionate una saponetta profumata sul fondo della cesta dei panni sporchi e versate bicarbonato di sodio nel WC una volta a settimana. Gli odori sgradevoli saranno solo un lontano ricordo.

Infine, non dimenticate mai che l’acqua è gioia e dolore del vostro bagno. Mantenendo sempre asciutte tutte le superfici, eviterete la formazione del calcare e le operazioni di pulizia saranno molto più semplici e piacevoli.