Come liberare lo scarico otturato

Da Fantaceramiche alcuni semplici trucchi per sturare lo scarico senza chiamare l’idraulico o utilizzare sostanze chimiche aggressive.

Lo scarico lento o addirittura otturato del nostro WC può essere un problema davvero difficile da risolvere se non lo affrontiamo con l’approccio giusto. Operando nel modo sbagliato rischiamo di peggiorare la situazione e sprecare i nostri soldi in riparazioni molto costose. A volte, prima di farsi prendere dal panico e chiamare l’idraulico, basterebbe semplicemente aspettare. Quello dell’attesa, infatti, è uno dei metodi più efficaci perché molto spesso gli ingorghi all’interno del tubo di scarico sono causati da semplici accumuli di carta igienica.

Bagno otturato

Prima di passare ad altre soluzioni, il nostro consiglio è quello di azionare un’ultima volta lo scarico e di aspettare qualche ora, magari fate questa operazione prima di andare a dormire. Ovviamente, questo rimedio è riservato a coloro che hanno la fortuna di abitare in un casa dotata di almeno due bagni. Se dopo il primo tentativo la situazione non dovesse migliorare, potete allora provare con il rimedio dello shampoo. Il principio è molto semplice: per fare in modo che il vostro problema scivoli via per sempre, non c’è niente di meglio di un buon detergente come il sapone liquido, lo shampoo o il detersivo per i piatti. Il procedimento anche questa volta è facilissimo, liberate il vostro sanitario da eventuale acqua in eccesso, versate un bicchiere di sapone o di shampoo e lasciate agire per il tempo necessario. Dopo qualche ora incrociate le dita e tirate lo sciacquone.

L’attesa e la pazienza, purtroppo non sono sempre rimedi efficaci e quando le otturazioni sono particolarmente ostinate, bisogna intervenire con un’azione meccanica piuttosto energica. In commercio è possibile trovare alcune versioni extralarge del classico sturalavandino, una volta che vi siete procurati uno di questi esemplari passate pure all’attacco. Afferrando bene il manico, immergete la ventosa nel vaso otturato ed esercitate il classico movimento “su e giù” facendo aderire bene l’attrezzo alle pareti che circondano il foro del WC. In bocca al lupo!